Confessioni

« Quelli che si accostano al sacramento della Penitenza ricevono dalla misericordia di Dio il perdono delle offese fatte a lui e insieme si riconciliano con la Chiesa, alla quale hanno inflitto una ferita col peccato e che coopera alla loro conversione con la carità, l'esempio e la preghiera » (Dal Catechismo della Chiesa Cattolica, 1422)

I. Come viene chiamato questo sacramento?

È chiamato sacramento della Penitenza poiché consacra un cammino personale ed ecclesiale di conversione, di pentimento e di soddisfazione del cristiano peccatore.

È chiamato sacramento della Confessione poiché l'accusa, la confessione dei peccati davanti al sacerdote è un elemento essenziale di questo sacramento. In un senso profondo esso è anche una « confessione », riconoscimento e lode della santità di Dio e della sua misericordia verso l'uomo peccatore.

È chiamato sacramento della Riconciliazione perché dona al peccatore l'amore di Dio che riconcilia: « Lasciatevi riconciliare con Dio » (2 Cor 5,20). Colui che vive dell'amore misericordioso di Dio è pronto a rispondere all'invito del Signore: « Va' prima a riconciliarti con il tuo fratello » (Mt 5,24). (Dal Catechismo della Chiesa Cattolica, 1423-1424)

Luoghi e orari in cui è possibile trovare un sacerdote disponibile per la confessione nella chiesa parrocchiale di San Martino in Rio:

Ogni sabato mattina dalle 9.30 alle 12.30

Ogni martedì dalle 17 alle 19

Ogni mercoledì dalle 17 alle 19

Vuoi Saperne di più?