..per camminare insieme

(dall'omelia di ingresso di don Giuseppe e don Francesco)

Notizia pubblicata il 11/09/2022

Questa comune esperienza della misericordia che un cristiano fa nella preghiera, nei sacramenti, nel dono della fede, nel vivere la comunione, ci insegna a vivere da fratelli e da figli (le due cose non si possono separare), ci introduce nel dono dell’amicizia che Gesù ha voluto vivere con i suoi discepoli.


Allora la comunione, la stima vicendevole, il volersi bene, diventano capaci di tornire, di ridurre la trave del mio occhio, mi permettono di riconoscere il dono di Dio e di vivere quindi nella riconoscenza, per cui per noi “non è un vanto annunciare il vangelo ma una necessità” (1 Cor 9, 16) come Maria ha la necessità di visitare Elisabetta, come Maria imparerà da Gesù a rimanere nel cenacolo con gli apostoli per introdurli nella missione, cioè nel saper visitare la vita di coloro che nella sua provvidenza di amore Dio mette sul loro / nostro cammino.


Comunità dell’Unità Pastorale Regina della famiglia siamo qui per camminare insieme, per celebrare insieme la misericordia di Dio, per vivere insieme la gioia della fede, per cercare di essere insieme segno della presenza di Dio che vuole visitare le famiglie, le persone qualsiasi sia la loro situazione di vita. Chiedo al Signore il dono della Speranza cristiana che impastata con la fede e la generosità di ciascuno ci consenta, pur con i nostri limiti, di fare un bel cammino per la gloria di Dio.


Maria regina della famiglia vegli, guidi e custodisca i nostri passi.

(dall'omelia di ingresso di don Giuseppe e don Francesco)